L’attenzione per la salute non è mai troppa, e anche i cosmetici e i prodotti a contatto con la pelle devono essere certificati e garantiti secondo diverse normative. Una tra le più importanti, vista l’incidenza di allergie cutanee, è la certificazione “nickel tested”. Questa dicitura identifica i prodotti con livelli di contaminazione da nickel al di sotto della soglia stabilita. Il nickel non è altro che un metallo pesante presente in tutti gli elementi naturali, anche nell’acqua. Esistono varie norme di regolamentazione della presenza di nickel nei prodotti a contatto con la pelle. Si riferiscono sia al make up che ai gioielli e piercing. Queste normative sono valide per l’Europa e certificano che il livello di rilascio di nickel dei prodotti non sia mai al di sopra dei limiti stabiliti che sono:

  • 0,2 μg/cm2/settimanaper gli oggetti da inserire nei lobi o in altre parti perforate del corpo umano
  • 0,5 μg/cm2/settimanaper i prodotti destinati ad entrare in contatto diretto e prolungato con la pelle

Spesso nei cosmetici si può trovare la dicitura “nickel free” sull’etichetta, ma è una dicitura errata, in quanto non si può certificare l’assenza totale di nickel da nessun prodotto presente in natura. I prodotti che riportano sull’etichetta l’informazione nickel tested sono stati invece testati in laboratorio. Questo garantisce che contengano una percentuale minima di nickel al loro interno. Proprio per questo non dovrebbero essere dannosi anche per chi soffre di SNAS (Sindrome da allergia sistemica al nichel).

78 prodotti trovati
Ordina per
Mostra
Vista